mercoledì 21 dicembre 2016

Proteggere la privacy in Windows 10 (PARTE 1): evitare di inviare o condividere dati

Windows 10 raccoglie in modo automatico moltissime informazioni sugli schemi d'uso del sistema operativo da parte degli utenti. Ci sono servizi ed app che, girando in background, trasmettono tutte queste informazioni a server esterni. Quantità e qualità delle informazioni trasmesse servono a profilarci ad un punto tale che non è inappropriato pensare di essere costantemente spiati. Per difendere la nostra privacy dobbiamo prendere alcune contromisure, configurando in modo opportuno il sistema operativo.
Esistono in rete numerose utility e script che promettono di proteggere la privacy, ma è anche importante capire cosa fa Windows 10, come e dove esegue il monitoraggio a noi sgradito, ed in che modo che possiamo impedirlo (anche manualmente), così da essere indipendenti da tool e script di terze parti (che potrebbero anche non essere aggiornati).
La cosa più fastidiosa è che le impostazioni da regolare non sono concentrate in un solo punto, e spesso non sono evidenti; inoltre, bisogna sapere cosa cercare e spostarsi in vari punti del sistema operativo. In questa serie di articoli vedremo come fare, iniziando dalle impostazioni più semplici per spingerci, in seguito, più in profondità nel sistema.
Le impostazioni suggerite in questa serie di articoli sulla privacy si riferiscono a Windows 10 Anniversary Update, l'aggiornamento di Windows 10 rilasciato ad Agosto 2016 (che porta il numero di versione 1607) e dovranno essere ripetute ad ogni aggiornamento della versione di Windows 10. Per esempio, se avete eseguito le impostazioni in Windows 10 v1511 (Novembre 2015), dovrete ripeterle per Windows 10 v1607, e poi ripeterle di nuovo al prossimo avanzamento di versione di Windows 10 v1703 (Creators Update). Non è garantito che, con i futuri aggiornamenti di Windows, le opzioni descritte rimangano inalterate. Suggerisco ricontrollare le impostazioni in ogni caso dopo l'installazione ex-novo di Windows 10 e ad ogni suo aggiornamento maggiore (per esempio come da v1511 a v1607), nonché dopo l'installazione di applicazioni di comunicazione (chat, videotelefonia ecc.).

La sezione Privacy

Andare in START>Impostazioni e selezionare l'icona Privacy. Si aprirà una finestra divisa in due parti:
  1. nella parte sinistra vi sono le sezioni (Generale, Posizione, ecc.). Fate attenzione perché le sezioni sono molte, non dimenticate di scorrere l'intera lista;
  2. nella parte destra vi sono le opzioni relative alla sezione selezionata. Anche in questo caso prestate molta attenzione, perché la lista delle opzioni può essere molto lunga (dovete passarci sopra con il mouse per rendervene conto).
La regola da seguire è:
  • procedere una sezione alla volta a partire dalla prima;
  • selezionare una sezione (a sinistra nella finestra) e disattivare tutte le relative opzioni (a destra) a meno che non sia necessario tenerle attive per le vostre esigenze. Quando tutte le opzioni sono state disattivate, passare alla sezione successiva;
  • ripetere il punto precedente per tutte le sezioni fino a quando non raggiungete l'ultima.
In altri termini, bisogna disabilitare qualunque cosa a meno che non vi serva assolutamente (per esempio, se usate Skype non potete impedire alla sua app di usare la telecamera ed il microfono altrimenti non potete eseguire le videochiamate!).
Ad esempio, ecco come impostare la sezione Generale (sulla destra è tutto disattivato). A volte può essere necessario mantenere abilitata qualche voce; in questo caso, per esempio, se usate dispositivi Bluetooth potreste desiderare che la relativa opzione sia abilitata.
Windows 10 Privacy - Generale
Facciamo una rapida carrellata delle sezioni a maggior rischio per la privacy, ma non trascurate le sezioni che non sono esplicitamente citate. Se avete un dubbio seguite la regola chiave: disabilitare tutto.
  • Generale: tutto ciò che è attivo viene inviato a Microsoft, meglio disabilitare tutto.
  • Posizione: è particolarmente intrusiva poiché ci sono molte opzioni che permettono di tracciare geograficamente la vostra posizione. Oltre a disabilitare le opzioni, usate i pulsanti per disattivare il rilevamento della posizione ed eliminare la cronologia delle posizioni. Infine, impedite all'odioso assistente vocale Cortana e al browser Microsoft Edge (anche se non lo usate) di rilevare la vostra posizione.
  • Fotocamera: disabilitare tutte le app a cui volete impedire di usare la fotocamera (eventualmente a tutte). Anche se le avete disabilitate tutte, disabilitate anche il pulsante in alto per maggior sicurezza. Ricordate che un'app maligna che usa la fotocamera può registrare filmati e scattare foto a vostra insaputa.
  • Microfono: come sopra. Un'app maligna che usa il microfono può registrare tutto quello che dite.
  • Riconoscimento vocale, input penna e digitazione: lo stramaledetto assistente vocale Cortana può registrare ed inviare a Microsoft tutto quello che gli dite di fare (ricerche, comandi ecc.). Interrompete subito la "familiarizzazione", non c'è proprio nulla di cui familiarizzare.
  • Info account: perché mai dovreste concedere alle app di accedere alle vostre fotografie ed alle informazioni personale legate al vostro account?
  • E-mail: se non è assolutamente necessario, vi sconsiglio di usare un'app per gestire l'e-mail, meglio un servizio di webmail da usare con il browser.
  • Messaggistica: ricorda che un'app autorizzata può leggere ed inviare SMS ed MMS, sei sicuro di volerlo? Su uno smartphone probabilmente è necessario, ma con un computer desktop assolutamente no!
  • Feedback e diagnostica: si tratta di opzioni legate alla telemetria, che vedremo in dettaglio nella seconda parte di questa guida. Non si possono disabilitare del tutto ma si può fare in modo da minimizzare le informazioni inviate. Impostare:
    • Windows deve richiedere il mio feedback: Mai
    • Invia i dati sul tuo dispositivo a Microsoft: Di base
  • App in background: meno ce ne sono, meglio è. Meglio risparmiare risorse di sistema, personalmente le ho disabilitate tutte eccetto, Calcolatrice e Impostazioni (l'app stessa che state usando).

La sezione Aggiornamento e sicurezza

Andare in START>Impostazioni e selezionare l'icona Aggiornamento e sicurezza.

Sezione Windows Update

Selezionare Opzioni avanzate.
Windows 10 - Windows update opzioni avanzate
Nella finestra successiva selezionare Scegli come recapitare gli aggiornamenti.
Windows 10 - Selezione come recapitare aggiornamenti
Infine disattivare gli Aggiornamenti da più posizioni. Nel caso però che abbiate una rete LAN con diversi computer con Windows 10, se lasciate abilitata questa opzione il download degli aggiornamenti di Windows 10 sarà velocizzato (se un computer scarica gli aggiornamenti potrà trasmetterli al resto dei computer della rete), il che è utile se avete una connessione ad Internet relativamente lenta.
Windows 10 - Aggiornamenti da più posizioni

Sezione Windows Defender

Disattivare la protezione basata su cloud e l'invio automatico di file di esempio (entrambe le opzioni inviano dati a Microsoft che le memorizza nei propri server).
Windows 10 - Defender

Sezione Per sviluppatori

Disattivare la diagnostica remota sulle connessioni LAN e la possibilità di individuare i dispositivi.
Windows 10 - Per sviluppatori
Se hai trovato utile l'articolo considera la possibilità di offrire un modesto contributo. Grazie di cuore per il tuo sostegno.
Donazione

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE…


Torna alla sezione Windows 10