venerdì 11 luglio 2014

Installare Windows XP su dischi SATA e risolvere problemi comuni con la modalità AHCI

Su molti forum di supporto on-line circola la notizia che, per installare Windows XP su un disco SATA, sarebbe assolutamente necessario un "driver SATA": tale affermazione è errata. L'installazione di Windows XP su dischi SATA è un'operazione semplicissima e non richiede (quasi mai) un driver apposito. Il problema è diverso.

SATA è l'interfaccia fisica di connessione dei dischi al computer, in particolare al relativo controller sulla scheda madre. I controller SATA possono funzionare in vari modi; lo standard dei controller SATA è il funzionamento in modalità AHCI. La modalità di funzionamento stabilisce le regole di comunicazione tra il dispositivo fisico ed il sistema operativo che, in parole povere, devono parlare la stessa lingua. Il sistema operativo interagisce con le periferiche utilizzando speciali software chiamati driver, quindi, per comunicare in modalità AHCI serve un driver apposito.

Il problema con Windows XP è che quando il sistema operativo è stato rilasciato (nel 2001) le specifiche SATA ancora non esistevano. Windows XP non ha supporto nativo allo standard SATA ed alla modalità AHCI e non è stato aggiunto neanche nei Service Pack. L'unico driver nativo utilizzabile è quello in modalità standard IDE: questo significa che, per installare Windows XP su un disco SATA, bisogna forzare il controller SATA ad operare in modalità IDE-compatibile. Questo è possibile perché i controller SATA possono lavorare in diversi modi (modo AHCI, modo IDE-compatibile, modo RAID). Per forzare la modalità IDE occorre:
  • entrare nel BIOS/UEFI del computer e andare nella sezione di configurazione del/dei controller SATA;
  • selezionare la modalità IDE-compatibile del/dei controller SATA. Da notare che il nome di tale opzione può variare a seconda del produttore del BIOS/UEFI;  per esempio si può trovare come "IDE", "IDE emulation", "IDE compatible", "Standard IDE", "Native IDE", "Legacy IDE", "Legacy mode", "Legacy", "Compatibility mode", "PATA emulation" e così via (si vedano le figure seguenti).
Dopo aver salvato le impostazioni nel BIOS/UEFI, si potrà installare Windows XP senza ricorrere ad alcun driver aggiuntivo.

Passare alla modalità AHCI dopo l'installazione di Windows XP

AHCI permette di usare operazioni avanzate come NCQ, una tecnologia che ottimizza gli accessi ai dischi. Tuttavia, abilitare AHCI nel BIOS/UEFI dopo che Windows XP è stato installato in modalità IDE-compatibile causerà, al successivo boot, l'apertura della famigerata BSoD (Blue Screen of Death, Schermata blu della morte), identificata da un codice di errore simile a STOP 0x0000007B INACCESSIBLE_BOOT_DEVICE. Tale errore indica che il disco è presente ma risulta non accessibile perché al sistema operativo manca il driver AHCI.

Il problema si risolve facilmente: prima di impostare AHCI nel BIOS basta installare il driver che ne abilita l'utilizzo; i driver AHCI in genere vengono installati automaticamente insieme a quelli del chipset (poiché esso include i controller dei dischi), e si trovano insieme ai CD/DVD forniti in dotazione al computer o alla motherboard. In alternativa, basta scaricare l'ultima versione disponibile dei driver del chipset direttamente sul sito di supporto tecnico del computer/motherboard oppure del produttore del chipset (per esempio, per i chipset Intel i driver si trovano nella sezione di supporto tecnico del sito web di Intel).

Una regola generale, valida per qualunque sistema operativo Windows, è che i driver del chipset devono essere sempre installati per primi, immediatamente dopo l'installazione del sistema operativo (gli altri driver -video, audio, rete ecc.- devono essere installati dopo).

Installare Windows XP con AHCI già attivato nel BIOS/UEFI

Queto è il caso che genera l'equivoco di cui parlavamo all'inizio, ed è l'unico in cui bisogna disporre in anticipo di un driver AHCI contestualmente all'installazione di Windows XP.

Se nel BIOS/UEFI è abilitata la modalita AHCI dei controller SATA (e non si ha l'accortezza di cambiarla in IDE-compatibile) l'installazione di Windows XP fallisce con il messaggio di errore che il setup non ha rilevato nessun disco. Questo problema si può risolvere in 2 modi.

METODO 1
Bisogna disporre di un floppy-disk con i driver adeguati per i controller SATA-AHCI. Occorre premere il tasto <F6> della tastiera quando l'installer di Windows lo richiede ed inserire il disco con i driver, poi l'installazione proseguirà normalmente.
METODO 2
Si può creare preventivamente un CD/DVD che contenga tutti i driver necessari, con una procedura di slipstream (integrazione) dei driver nel CD/DVD di installazione di Windows XP. In questo modo i driver per il supporto SATA-AHCI sono già nel disco di installazione e non sarà necessario inserirli separatamente.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE…


Torna all'indice delle guide per Windows XP